“Fidelio”

Particolare dell’interno

No non siamo sui navigli a Milano o a Trastevere, ma siamo nella Provincia BAT e Bisceglie nello specifico, una cittadina marinara a nord di Bari. Ero alla ricerca di un Franciacorta di Casa Caterina, il Cuvée 60 Nature Rosé Brut e l’ho trovato qui. L’ho cercato e l’ho trovato a Fidelio Vineria. Un locale che sembra preso di peso da una capitale europea e messo alle soglie del centro storico di Bisceglie. Sono rimasto incantato dalla atmosfera calda ed avvolgente in cui sono messe in mostra solo alcune delle innumerevoli etichette proposte. Non ho potuto fare a meno di chiedere e la serata degustativa che mi ero prefissato è diventata una esplorazione in questo luogo delle meraviglie. Fautore di tutto ciò è Ferdinando Garofoli, 33 anni, creatore di questo luogo di culto per gli appassionati del buon bere, al quale ho fatto tre semplici e banali domande:

Perchè Fidelio?

Il nome “FIDELIO” nasce dall’unione delle mie due grandi passioni: cinema e musica. Passioni che ho coltivato nel corso della mia vita studiando pianoforte e laureandomi in linguaggi cinematografici alla IULM di Milano.
Infatti, “Fidelio” non è solo il nome di un’opera di Beethoven, ma anche la parola d’ordine utilizzata da Tom Cruise in Eyes Wide Shut, nell’ultimo (capo)lavoro del Maestro Stanley Kubrick.
Una parola elegantissima che avrebbe conferito esclusività e raffinatezza.

Quante etichette contate e come sono suddivise?

La nostra cantina, in continua evoluzione frutto della ricerca quasi maniacale che quotidianamente porto avanti, conta circa 300 etichette suddivise tra bollicine italiane, champagne, vini bianchi italiani ed esteri, vini rossi italiani ed esteri ed un’ampia sezione dedicata ai vini naturali …dei quali sono un grande appassionato. Vini “vivi”, fatti nel rispetto della natura, del territorio, senza aggiunta di agenti chimici o solfiti, utilizzando solo lieviti indigeni, che trasmettono emozioni sempre nuove, di bottiglia in bottiglia.

Di chi è stata l’dea?

L’idea di intraprendere questa strada è stata la mia, ed è stata un’idea in cui ho creduto al 100% sin da subito. Devo sicuramente ringraziare la mia ragazza Roberta, la mia famiglia, i miei amici e tutto il mio staff che mi hanno sostenuto dal primo istante. Le vicissitudini della vita, non particolarmente fortunate, mi hanno portato a lasciare il mio lavoro e la mia casa a Milano per tornare qui a Bisceglie all’improvviso e dopo qualche anno facendo un lavoro che, seppur remunerativo, non mi dava alcuno stimolo ho deciso di mollare tutto e cominciare questa avventura. Roberta mi ha seguito subito, senza pensarci un secondo e adesso eccoci qui, ancora insieme, in una realtà che sta prendendo piede ogni giorno di più a svolgere il nostro lavoro con passione, amore, umiltà e tanta tanta allegria.

La serata ha avuto ovviamente un seguito eccellente in cui ho avuto il piacere di degustare alcuni dei piatti proposti da Fidelio con un servizio cordiale ed attento. Non parlerò del cibo ma del motivo che mi ha spinto a muovermi: il Casa Caterina Cuvée 60 Nature Rosé del 2015. Servito alla temperatura giusta, sembrava di essere in panetteria, i 60 mesi si sentivano tutti. Lievito, frutta secca e agrumi con sentori erbacei. La bocca rimane piena con percezioni balsamiche andando a strutturare il vino di grande personalità. Non facile ma molto cordiale e socievole nel farsi accompagnare da un Montecristo n.4.

La bottiglia

Evangelista Pice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: